Progetto @casetteperucraina

Progetto  @casetteperucraina

Tutto nasce da una frase di Tea (7anni), la figlia di Giulia.

Noi dell’Arci Donini siamo al fianco di Giulia e Tea e dell’associazione BB LEVA89 aps in questo progetto

L’IDEA
Tutto è nato qualche giorno fa quando mia figlia Tea, 7 anni, mi ha chiesto:
mamma, perché al posto di farsi la guerra, non costruiscono una fila di case dall’Ucraina alla Russia?
E parlandone –in particolare con l’avv. Marco Frazzica dello studio legale De
Berti Jacchia- l’idea ha preso forma.

CASETTE DA TUTTO IL MONDO
Via chat e attraverso Instagram e Facebook @casetteperucraina ho lanciato l’idea in rete: le pagine si stanno progressivamente popolando.
La produzione di casette si sta propagando anche al di fuori dei confini
nazionali: sono già stata contattata da persone in Canada, Olanda, Germania,
Spagna e UK. Tantissime sono le persone che vogliono far parte del progetto e
contribuire con le loro casette.

Fare delle casette all’uncinetto o a maglia, esporle e poi venderle per raccogliere fondi da usare, ovviamente, per dare una mano all’Ucraina.

ESPOSIZIONE E VENDITA
Gli obiettivi della raccolta di queste casette sono due:
– esporle, dando loro la massima visibilità possibile
– venderle, massimizzando la raccolta fondi.
Per quanto riguarda il primo obiettivo, stiamo lavorando a un progetto che
coniughi l’esposizione (pensiamo a un’installazione in un luogo di grande
affluenza di pubblico) con un evento di lancio (che potrebbe essere sponsorizzato o “utilizzato” da chi eventualmente acquista quella che a tutti gli effetti diverrebbe un’opera collettiva).
Per quanto riguarda la raccolta fondi, la soluzione preferita sarebbe la vendita in blocco delle casette, anche studiando la soluzione espositiva direttamente con
l’acquirente.
Contestualmente stiamo pre-allertando i media per poter dare la massima visibilità al progetto e agli sponsor/acquirenti.

I FONDI RACCOLTI
I fondi raccolti saranno inizialmente destinati ad aiutare Alina, una bimba ucraina di tre mesi arrivata a Milano i primi di marzo.
Successivamente e in funzione di quanto sarà effettivamente raccolto, si potranno aiutare anche altri bimbi, sempre prestando la massima attenzione affinché le risorse non vengano disperse.

L’ASSOCIAZIONE
Parte attiva del progetto è l’Associazione BB LEVA89 aps, un’associazione non riconosciuta, apartitica e aconfessionale che persegue, senza scopo di lucro, finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale. L’Associazione ha già finanziato altre iniziative, non solo legate all’emergenza ucraina.

INIZIATIVE IN PARALLELO
Stanno nascendo altre iniziative collegate alla realizzazione di casette:
– corsi per raccogliere altri fondi
– corsi nelle scuole per insegnare ai bimbi a fare le casette all’uncinetto
Yarn Bombing Milano, Barzanò, Mantova
– Salone del Mobile Milano

UNA BIMBA PER ALTRI BIMBI
L’iniziativa ha l’ambizione di proseguire.
In questo senso si è pensato a un purpose più ampio – “aiutare bambini travolti dalla guerra” – lungo il quale lavorare i prossimi anni capitalizzando l’avviamento e il seguito di questo primo progetto.

Noi dell’Arci Donini siamo al fianco di Giulia e Tea e dell’associazione BB LEVA89 aps in questo progetto

Abbiamo iniziato cosi, costruendo il villaggio della speranza di Tea

per info:

laboratoriarcidonini@gmail.com

casetteperucraina@gmail.com

Instagram: @casetteperucraina
Facebook: @casetteperucraina